Attualità
Ripartiamo dalla coscienza
5 years, 2 months ago Posted in: Attualità 0
Ripartiamo dalla coscienza

Inaccettabile crudeltà,  indegna pratica non umana, strepitoso esempio di infondata barbaria è il massacro che ogni anno a inizio settembre viene perpetrato e che si ripete nelle acque a largo della tranquilla cittadina di Taiji nel sud del Giappone, a danno delle popolazioni di cetacei.

jap_taiji_dolphin_120501

 La regola ad oggi è una, fondamentale e improrogabile, cioè quella di fermare tutto questo una volta per tutte. Sono ormai troppi anni che questa ingiustificata caccia viene portata avanti e parimenti, da tempo, tantissime associazioni ambientali e non solo, si battono a finché tutto questo abbia termine. C’è da sottolineare che nonostante gli infaticabili sforzi di queste ultime, la loro tenacia si scontra immancabilmente ed inequivocabilmente con l’ostinazione di queste agenzie di morte. Questi ultimi, probabilmente, si rendono anche conto dell’innaturale ed immorale scempio che ogni anno a causa loro si compie ma essi invece di optare ad intraprendere la strada del cambiamento all’insegna delle scelte morali suggerite dalla coscienza e sugellate dalla consapevolezza, preferiscono nascondere dietro teloni la loro attività disumana. Fortunatamente per il mondo, persone dall’elevato grado di coscienza e consapevolezza, sono lì ogni anno in prima linea per battersi in nome della giustizia affinché emerga la verità sconcertante di tale questione.

Essi, già qualche anno fa, sono riusciti a superare le barriere costruite nell’intenzione di continuare a celare quest’incredibile crudeltà umana e, con grande merito ed onore hanno svelato attraverso filmati e registrazioni, posti successivamente alla visibilità per gli occhi dell’umanità intera, , tutto quello che nei covi di Taiji, ripetutamente accade (film « The Cove »). Nonostante ciò sembra che la situazione non sia stata ancora risolta e infatti quest’anno la caccia è stata riaperta e, ciò sta a dimostrare che continua ad esserci un appoggio delle autorità pubbliche giapponesi a questa barbaria ed ciò che li spinge a farlo, sono i soliti futilissimi ed inaccettabili motivi economici che a quanto pare continuano a risultare in alcuni casi più importanti del preservare l’equilibrio del nostro pianeta e del sano e cosciente agire umano.

the-cove

Dona sollievo però, sapere che di anno in anno, il numero di esseri umani che condannano questa assurda pratica e che si recano sul posto per testimoniare, raccontare e combattere in prima linea per la salvaguardia di questi magnifici esseri quali sono i cetacei, è in continuo e crescente aumento. Ciò è di vitale importanza perché è necessario sensibilizzare e coinvolgere, attraverso l’informazione vera, il maggior numero di individui sul pianeta affinché la pressione su queste incivili e disumane corporazioni si faccia sempre più forte finché non si vedranno costretti a dover adattarsi e a rispettare i diritti alla vita, alla libertà di queste specie, in virtù della salvaguardia degli equilibri planetari.

Le azioni che abbiamo descritto e riportato non rispecchiano quella che è l’essenza umana, la vera essenza dell’essere umano è fondata sull’amore, sul rispetto, sulla consapevolezza e tutto ciò mosso dalla coscienza.

 

 

Luigi e Viola

Related Posts

Leave a Reply